Best practice per le Community Google+

Vuoi salvare una versione PDF di questa guida? Se utilizzi il browser Chrome, stampa questa pagina e seleziona l'opzione "Salva come PDF". Se utilizzi altri browser o strumenti PDF di terze parti, leggi le relative istruzioni su come salvare le pagine web come file PDF.

Cosa sono le community Google+?

Se hai un account G Suite, puoi utilizzare le community Google+ per entrare in contatto con altre persone che hanno i tuoi stessi interessi. Discuti e collabora su qualunque argomento, dall'uscita di nuovi prodotti ai migliori ristoranti per la pausa pranzo. Una community può avere più proprietari e più moderatori. Inoltre, chiunque faccia parte della community può pubblicare post.

Puoi utilizzare la community per:

  • Comunicare con il tuo dipartimento o team.
  • Elaborare strategie per i piani aziendali.
  • Chiedere e raccogliere feedback su nuovi prodotti e idee.
1

Crea le community

Condividi le idee e interagisci con le persone creando una community Google+.

Nota: puoi creare community pubbliche, private o con richiesta di adesione solo all'interno del tuo dominio. All'esterno del dominio puoi creare solo community private. La creazione di community pubbliche non è più consentita, ma puoi continuare a interagire con le community pubbliche già esistenti.

In questa sezione:

1.1

Community pubbliche e community private

Al momento di scegliere se rendere la tua community pubblica o privata, prendi in considerazione quanto segue:

  • Chi è il pubblico? I contenuti interesseranno un gruppo di persone ristretto o più ampio?
  • Qual è l'oggetto? È di natura sensibile o pubblica?
  • Qual è l'ambito del tuo argomento? È ampio o di nicchia?

Community pubbliche:

  • Sono aperte a tutti. Le persone possono partecipare o chiedere di partecipare alla community. Se qualcuno riceve un link di invito attivo può entrare automaticamente nella community.
  • Non è possibile renderle private successivamente.
  • Sono visibili a chiunque nell'organizzazione. Le persone del tuo dominio possono vedere i membri e i post della community senza dover entrare.

Community private:

  • Non possono essere rese pubbliche successivamente.
  • Solo le persone che hanno accesso a un link di invito attivo possono entrare nella community.
  • Solo i membri possono vedere i post della community.
  • Solo i membri e gli invitati possono vedere chi fa parte di una community privata.

Nota: per creare una community pubblica o privata, consulta la Guida introduttiva all'utilizzo di Google+.

1.2

Tipi di community

Sono tre i tipi di community che vengono in genere aggiunte dalle organizzazioni: basate sul ruolo o sul team, basate sull'area geografica o il luogo e rivolte all'esterno.

Community basate sul ruolo o sul team

Queste community interne riguardano i ruoli o i team di un'azienda, ad esempio, un team del marketing. A volte le community di questo tipo si utilizzano:

  • Per finalità operative, come l'assegnazione di attività.
  • Per il crowdsourcing di soluzioni o best practice.
  • In sostituzione dell'email per la pianificazione di progetti o in team.

Community basate sull'area geografica o il ruolo

Queste community interne sono più generiche. Spesso vengono utilizzate per la comunicazione di informazioni o annunci aziendali della dirigenza, quali ad esempio:

  • Importanti eventi aziendali.
  • Aperture di nuovi negozi.
  • Iniziative filantropiche.
  • Acquisizioni e fusioni aziendali.

Community rivolte all'esterno

Le community per le divisioni esterne, come il marketing e l'assistenza tecnica, sono utili alle organizzazioni per le seguenti attività:

  • Fornire assistenza, condividere post del blog esterni, video e articoli o creare un sondaggio.
  • Assicurare il coordinamento tra reparti diversi.
  • Lavorare a progetti con partner o fornitori esterni.

Nota: per poter utilizzare Google+, i partner o fornitori esterni devono avere degli account G Suite.

1.3

Personalizzazione della community

Identifica le particolarità e gli obiettivi della tua community.

Presenta la tua community

  • Aggiungi una foto di copertina personalizzata che sia pertinente alla community.
  • Descrivi l'obiettivo della community in un breve testo descrittivo.
  • Aggiungi una descrizione con dettagli sullo scopo della community.
  • Indica quale tipo di attività è previsto e incoraggiato nonché le eventuali regole della community.

Aggiungi filtri di categoria

Aggiungi filtri per consentire ai membri della community di pubblicare facilmente i contenuti per gruppi di persone specifici. Ad esempio, crea un filtro di progetto dove i membri del team possono vedere tutti i contenuti relativi al progetto.

Altri esempi di filtri per la community includono:

  • Annunci.
  • Domande.
  • Risorse interne.
  • Aggiornamenti del progetto.
  • Informazioni sul settore.
2

Gestire le community

Gestisci i membri, i post e il coinvolgimento.

In questa sezione imparerai come:

2.1

Aggiungere e rimuovere membri

Ogni community può avere più proprietari e moderatori.

I proprietari e i moderatori possono:

  • Aggiungere altre persone come moderatore o proprietario: via via che le community crescono, i proprietari potrebbero avere bisogno di aiuto per organizzare e moderare i contenuti. Aggiungi più proprietari se vi sono dipendenti che lasciano l'azienda.
  • Rimuovere una persona dalla community: se un membro esce dalla community o viene riassegnato a un altro progetto, puoi rimuoverlo, qualora dimenticasse di farlo da solo.

    Ulteriori informazioni sulle funzioni di proprietario e moderatore.

2.2

Appuntare i post in una community

Se vuoi colpire l'attenzione delle persone, appunta un post della community. Appunta gli annunci importanti, le notizie interessanti e gli aggiornamenti della community.

  • Quando appunti un post, questo rimane fissato nella parte superiore della community, indipendentemente dalla quantità di contenuti che viene pubblicata successivamente.
  • I post possono essere appuntati solo dai moderatori e i proprietari, che possono fissare qualsiasi post, non solo quelli creati da loro.
2.3

Gestire il coinvolgimento

Scopri quanto successo ha la tua community monitorando gli indicatori chiave. Ad esempio, puoi monitorare le iscrizioni alla community, il numero di commenti sui post, i +1 e il numero di condivisioni di un post.

I proprietari e i moderatori possono:

  • Visualizzare le iscrizioni e il livello di coinvolgimento nella community. Ad esempio, puoi visualizzare 7 o 30 giorni di dati oppure posizionare il puntatore su una metrica per maggiori informazioni.
  • Visualizzare gli utenti attivi in un periodo di 30 giorni. Ad esempio, puoi visualizzare le metriche sul coinvolgimento per determinare il successo di campagne o iniziative che interessano l'intera community.
3

Favorire il coinvolgimento con le community

Tieni viva la conversazione nella community, pubblica idee e consolida la tua partecipazione.

In questa sezione imparerai come:

3.1

Resta in contatto in una community

Ecco alcuni modi per restare in contatto con altri membri della community:

  • Crea e condividi post pertinenti per la community. Usa il filtro corretto per rendere i contenuti più accessibili.
  • Assicurati che ogni post riceva una risposta.
  • Appena puoi poni delle domande e invita gli altri a fare lo stesso.
  • Suggerisci argomenti di discussione o idee per i concorsi.

Passaggi successivi

Prova ora
Altre risorse per la formazione

Filtra i post, utilizza gli hashtag, raccogli il feedback e altro ancora.